Notizie e curiosità

I rimedi naturali per la tallonite

tallonite
1 Le cause della tallonite
  • 1 Le cause della tallonite
  • 2 Quali sono i rimedi della nonna per la tallonite?
  • 3 Le migliori scarpe per la fascite plantare

Da cosa può derivare?

La tallonite, o altrimenti detta fascite plantare, è una delle cause più comuni di dolore al piede, in particolare al tallone, che colpisce sia gli atleti che i non atleti.
Questa condizione si verifica quando la fascia plantare, ovvero la banda di tessuto lungo la parte inferiore del piede, dal tallone alle dita, si infiamma o si irrita. I soggetti in sovrappeso, i corridori o coloro che hanno un arco plantare elevato spesso incorrono in questa fastidiosa problematica.
Diversi aspetti devono essere presi in considerazione per comprendere le cause della tallonite, che vanno dalla valutazione delle calzature alla ricerca di patologie associate e problematiche neurologiche, congenite o metaboliche.
La borsite è un fattore di rischio che può provocare l’infiammazione, coinvolgendo le borse sierose retrocalcaneari o sottocutanee. Questa infiammazione può essere scatenata da problemi anatomici, come la spina calcaneare o il piede cavo, o dall’uso di scarpe non adatte.
La tallonite può derivare da allenamenti scorretti, sia in termini di sforzi eccessivi che di esercizi sbagliati. Anche l’accessiva sollecitazione del tallone, tipica in sport come calcio, pallavolo e basket, può causare dolore.
La tendinopatia inserzionale, una condizione in cui il tendine o le zone adiacenti sono coinvolte, può essere causata da un abuso di carico nella zona calcaneare.
Altre cause includono sovrappeso, obesità, artrosi, patologie reumatiche, alterazioni posturali, calzature inadatte e malattie metaboliche come la gotta. Malattie reumatiche come spondilite anchilosante, artrite reumatoide e condrocalcinosi, oltre a patologie come la psoriasi, possono anch’esse contribuire alla tallonite.

Tipologie di rimedi e consigli

In genere, la tallonite si risolve entro poche settimane, ma in alcuni casi può diventare cronica, causando disturbi che tendono a ripresentarsi.
La cura migliore per la tallonite consiste nell’identificare la causa precisa, e si consiglia sempre di consultare il proprio medico o un esperto per una diagnosi accurata. Affrontare il problema prontamente è essenziale per prevenire eventuali peggioramenti e evitare rischi di compensazioni errate.
Una valutazione biomeccanica accurata è necessaria per analizzare la camminata e identificare le cause del disturbo.
Se necessario, l’uso di un plantare su misura e calzature adeguate possono aiutare a rilassare la fascia e alleviare il tallone.
La terapia a onde d’urto rappresenta un’altra strategia importante, poiché è sicura, non invasiva, ripetibile e quasi priva di effetti collaterali.
L’intervento chirurgico è riservato ai casi gravi di fascite in cui le misure naturali non sono sufficienti.
Anche in questo caso, sarà necessario un periodo di riabilitazione con calzature e plantari personalizzati.
Fortunatamente esistono anche i rimedi della nonna per curare la tallonite che possono ridurre il dolore e accelerare il recupero:

  • esercizi regolari possono migliorare la muscolatura del piede e fornire un sostegno adeguato al tallone;
  • massaggio con il ghiaccio: in questo caso si tratta di un massaggio ai piedi con impacchi di ghiaccio che aiutano a contrastare l’infiammazione;
  • riposo: un aspetto cruciale per il recupero, soprattutto per i corridori o per le persone il cui lavoro richiede di stare continuamente in piedi;
  • curcuma: nota per le sue proprietà antinfiammatorie, il consumo di curcuma può aiutare a ridurre le infiammazioni di qualsiasi tipo, compresa la fascite plantare.

L’utilizzo di questi rimedi casalinghi può sia alleviare il dolore associato a questa condizione, sia aiutare il processo di guarigione.
Esercizi di stretching mirati, uniti al massaggio e all’utilizzo di oli essenziali, balsami o creme con proprietà antinfiammatorie, contribuiscono alla cura della tallonite.
Si noti che, sebbene questi rimedi possano alleviare i sintomi, non devono sostituire il parere di un medico professionista e devono essere utilizzati insieme ai trattamenti raccomandati.

Calzature e sostegni

Assicurarsi di indossare le scarpe giuste è essenziale per gestire la tallonite.
Indossare calzature sbagliate può portare a una distribuzione non uniforme del peso corporeo, esacerbando la condizione e consentendone la persistenza. Una scarpa corretta aiuta ad alleviare la pressione fornendo un supporto adeguato all’arco plantare e al tallone, favorendo la salute generale del piede.
Diversi brand di calzature propongono modelli appositamente concepiti per affrontare la fascite plantare, garantendo un comfort ottimale attraverso un sofisticato sistema di ammortizzazione. Quando si selezionano calzature per contrastare la tallonite, è essenziale accertarsi che offrano un solido sostegno all’arco plantare e al tallone, dispongano di un’adeguata ammortizzazione e assicurino una calzata confortevole. Si consiglia sempre di provare le scarpe, poiché le misure possono variare tra i vari marchi. Nel processo decisionale, prediligete il comfort rispetto al design o alla marca della calzatura

Caratteristiche delle scarpe da considerare per la fascite plantare

Quando si soffre di fascite plantare, trovare il paio di scarpe più adatto è fondamentale.
Non si tratta solo di comfort, ma una calzatura adeguata può anche aiutare a ridurre il dolore e favorire il recupero. Ecco alcune caratteristiche fondamentali da considerare nella scelta delle scarpe se si soffre di fascite plantare:

  • sostegno dell’arco plantare: il supporto dell’arco plantare nelle scarpe è di solito essenziale per le persone affette da fascite plantare. Le scarpe con un forte sostegno dell’arco plantare aiutano ad alleviare lo stress sulla fascia plantare, rendendo più facile camminare e stare in piedi senza dolore. È bene cercare scarpe con una suola curva che si adatta perfettamente alla naturale curvatura del piede, aiutando a distribuire uniformemente la pressione durante i movimenti;
  • ammortizzazione: il prossimo punto è l’ammortizzazione. Proprio come un letto morbido che culla il corpo durante il sonno, l’ammortizzazione assorbe l’impatto del piede sul terreno. Una scarpa con un’ammortizzazione sufficiente offre un maggiore comfort e può ridurre significativamente la pressione sui piedi;
  • sostegno del tallone: il supporto per il tallone è un’altra caratteristica fondamentale. Aiuta a ridurre l’impatto sulla zona del tallone, che spesso è quella più dolorosa in caso di fascite plantare. Un supporto per il tallone nella scarpa può aiutare a stabilizzare il piede e a prevenire ulteriori infiammazioni o lesioni;
  • stabilità: anche la stabilità è una priorità. Le scarpe per la fascite plantare devono avere un’intersuola robusta e rigida per evitare che il piede si muova verso l’interno durante la camminata, una condizione nota come iperpronazione. Questo supporto può contribuire a ridurre lo sforzo sulla fascia plantare;
  • assorbimento degli urti: infine, bisogna considerare le capacità di assorbimento degli urti della scarpa. Le scarpe con un efficace assorbimento degli urti possono aumentare i livelli di comfort e contribuire a limitare l’impatto che i piedi subiscono durante attività come la camminata o la corsa. Questa caratteristica deriva in genere dai materiali della suola e del sottopiede della scarpa ed è un aspetto essenziale per ridurre al minimo il disagio.

Se si fa attenzione a queste caratteristiche quando si acquistano le scarpe, è possibile aiutare i piedi a sentirsi meglio e a guarire dalla fascite plantare in modo più efficace.

Potrebbe interessarti anche

trail-running
Notizie e curiosità

Come impostare un allenamento di trail running?

Intraprendere un allenamento di trail running è un’impresa fisica che richiede uno sforzo costante. Scopriamo insieme ogni aspetto. leggi
sport-invernali
Notizie e curiosità

Quali sono gli sport invernali più amati?

Chi ha mai detto che gli sport invernali sono soltanto da guardare in televisione? Ecco alcuni utili suggerimenti e consigli per iniziare. leggi
metodo-tabata
Notizie e curiosità

Come il metodo Tabata trasforma l’esercizio fisico

Un allenamento ad alta intensità è possibile se si seguono gli esercizi del metodo Tabata: ma di cosa si tratta? leggi
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio
      Apply Coupon
      Available Coupons
      aics23 Get 20% off Codice Sconto soci AICS
      six30 Get 30% off Codice sconto che gestisce direttamente Sixtus
      start5 Get 5% off Automation mail marketing - Carrello abbandonato
      team5 Get 5% off Codice sconto inserito all'interno del pacco per i clienti che hanno effettuato l'ordine
      virtus10 Get 10% off
      welcome5 Get 5% off Automation mail marketing - Welcome mail
      Unavailable Coupons
      osteomm Get 10% off Codice sconto Marialuisa Morelli Osteopata
      plab10 Get 10% off PerformanceLAB
      sixtus10 Get 10% off coupon da inserire in diversi pacchi gara
      student15 Get 15% off Sconto Activforce per studenti universitari