Il primo soccorso sportivo: come farlo e cosa avere con sé

primo soccorso sport - borsa sixtus in campo

Ciclismo, crossfit, calcio: gli infortuni non sono solo in agguato negli sport estremi. Come evitare incidenti e dolori cronici durante l'allenamento, momento in cui ci si infortuna più spesso, e cosa aiuta in caso di emergenza?Un movimento sbagliato, una disattenzione oppure “spingere” troppo anche per un breve periodo: un dolore acuto attraversa il corpo. Ogni anno colpisce circa due milioni di persone in Italia. Poco più della metà di loro richiede cure mediche e circa il 10% si rivolge al pronto soccorso ospedaliero. 

Infortunio nello sport

La principale fonte di pericolo è il sovraccarico. Spesso, i pattern di movimento di base non sono ben allenati o l'intensità e il carico di lavoro sono troppo alti. I giocatori di pallamano e hockey sul ghiaccio sono percentualmente i più colpiti da infortuni tra gli atleti di club, seguiti dai giocatori di calcio e basket; ed il più delle volte è un incidente alla caviglia e durante una gara.

Ma chi fa jogging, chi va in palestra, chi pratica yoga, insomma tutti quelli che fanno sport, subiscono un infortunio in media almeno una volta in “carriera”. Spesso la colpa è del sovraccarico cronico. Un esempio popolare è il Crossfit. L'allenamento esplosivo di tutto il corpo sta ottenendo una pessima reputazione a causa del suo alto rischio di infortuni e lesioni per le persone inesperte che subiscono un'enorme pressione per allenarsi rapidamente e duramente. Alcuni studi mostrano la probabilità del 56% di subire lesioni alla spalla, al ginocchio e alla schiena.

Un problema simile si annida in tutti i format di allenamento dal vivo ma senza feedback oppure in quelli che hanno solo istruzioni tramite “App” o "Youtube", Nella Zumba, ad esempio, si rinuncia deliberatamente a correzioni e comandi. Frequentare il corso con limitazioni fisiche o come principiante assoluto, aumenta considerevolmente la probabilità di infortunarsi.

Verrebbe quasi da pensare che fare a meno dello sport sia più sicuro. Ma nulla di più sbagliato: "Lo sport ha innumerevoli benefici per la nostra salute e il nostro umore ed è sempre meglio che non muoversi". E con pochi consigli e prevenzione, tutti possono mantenere il rischio molto basso (Werkmeister, 2017).

Primo soccorso durante lo sport: dove ci si infortuna?

Le lesioni agli arti inferiori guidano di gran lunga le statistiche, seguite da quelle agli arti superiori. I principianti sono i più colpiti, a causa dei sovraccarichi.

Le articolazioni della caviglia sono spesso colpite quando si fa jogging, basket e pallavolo, mentre le ginocchia sono le “preferite” dallo sci alpino. Ma l'alternativa non è smettere con gli sport rischiosi, ma piuttosto arrivare solo ben preparati alla partenza e bene attrezzati per le emergenze: questo ridurrebbe il rischio intrinseco del fare sport.

Queste sono le articolazioni a rischio:

  • Caviglia                        27.3%
  • Ginocchio                     17.0%
  • Testa                             12.0%
  • Mano                            11.8%
  • Gamba                          7.8%
  • Polso                             4.5%
  • Spalla                            4.1%
  • Piede                             3.3%
  • Avambraccio                3.0%
  • Tronco/organi interni   2.5%
  • Gomito                         2.3%
  • Coscia                           1.7%
  • Collo                             1.1%
  • Braccio                         0.9%
  • Anca                             0.7% 

Alcuni esempi di infortuni:

  • Mano: distorsioni e contusioni da cadute sono le lesioni alle mani più comuni e si verificano principalmente durante lo sci o il pattinaggio.
  • Braccio e spalla: la spalla subisce più spesso lussazioni, principalmente cadendo. Gli sport di lancio o il sollevamento pesi irritano il tendine del bicipite e i muscoli della cuffia dei rotatori. Un “gomito del tennista”, che colpisce anche i giocatori di golf o surfisti, è causato da un forte stress sui tendini dell'avambraccio.
  • Collo e schiena: la postura inclinata o errata causa spesso dolore al collo e alla schiena dei ciclisti. Tecnica di nuoto errata e carichi unilaterali nel tennis e nello squash sovraccaricano il collo. Anche coloro che fanno intensi movimenti di torsione e allungamento durante lo yoga spesso usurano le vertebre cervicali e lombari.
  • Coscia e gamba: se il muscolo della coscia viene allungato, si possono provocare lesioni. I movimenti bruschi possono lacerare i legamenti. La gamba è soggetto a lividi poiché è a malapena “imbottito”.
  • Ginocchio: colpiti principalmente tendini e legamenti, e menischi. Il principale colpevole sono i movimenti di torsione incontrollati. La rotula e la cartilagine possono anche essere danneggiate durante gli sport con la palla o la corsa.
  • Piede: la caviglia è particolarmente colpita negli sport con la palla. Il più comune è un legamento lesionato dopo una distorsione, quasi sempre sul legamento esterno. Il tendine d'Achille infiammato è comune tra i corridori.

Certo, chiunque può avere un incidente. Ma gli infortuni sportivi non sono sempre pura sfortuna. Le cause sono spesso evidenti: scarso allenamento, riscaldamento insufficiente o ambizione eccessiva.

Un'altra  componente è completamente sottovalutata: “Molti di noi, ad esempio dopo il lavoro, vanno subito a fare sport. Sarebbe meglio prepararsi mentalmente per le attività in relax. Ciò rafforza la presenza e quindi riduce il rischio di infortunio" (Marquardt, 2015).

Cosa fare dopo un infortunio o in presenza di dolore

Molti agiscono secondo il motto "Andrà tutto bene" e fanno come se non fosse accaduto nulla in un primo momento, e questo può ritardare significativamente la guarigione. Addirittura molti continuano a fare sport impassibili e provocando conseguenze ancora peggiori.

Senza un adeguato trattamento acuto, spesso si verificano complicazioni e/o guarigione ritardata dopo gli infortuni sportivi.

Il "primo soccorso" è molto semplice:

  • Riposo,
  • Ice (ghiaccio),
  • Compressione (pressione)
  • Elevazione.

RICE: questa è la formula in caso di emergenza!

Il punto cruciale della guarigione rapida è il primo soccorso: "Ogni minuto che passa nei primi dieci minuti dopo l'infortunio senza intraprendere alcuna azione significa un giorno di riabilitazione in più" (Müller-Wohlfahrt, 2016). Con la regola RICE, si può ridurre significativamente la prognosi, almeno in caso di ferite contundenti come contusioni, stiramenti o lussazioni.

RIPOSO

Digrignare i denti e andare avanti non è redditizio. Al contrario: c'è spesso una minaccia che i sintomi peggiorino e, di conseguenza, la guarigione sia notevolmente ritardata.

Le parti del corpo danneggiate non devono essere “utilizzate” di nuovo finché non sono libere dal dolore a riposo. Tuttavia, è possibile cambiare ti po di attività senza mettere a dura prova la regione del corpo interessata dall'infortunio. Gli esperti lo consigliano persino, perché l'attivazione precoce può accelerare il processo di guarigione. 

GHIACCIO

Il raffreddamento è particolarmente importante! Ha come conseguenza che i vasi sanguigni si restringono, e quindi minor stravaso ematico nel tessuto e minor gonfiore. Inoltre, il raffreddamento inibisce la reazione infiammatoria, le contusioni rimangono localizzate ed il dolore è tollerabile.

Importante: raffreddare il più spesso possibile, ma solo per dieci minuti alla volta (poi una pausa di dieci minuti). Altrimenti c'è una vasodilatazione riflessa dei vasi, in altre parole: aumento del flusso sanguigno.

Ghiaccio spray, impacchi freddi istantanei usa e getta oppure utilizzare cubetti di ghiaccio per raffreddare l'acqua quasi a zero gradi, quindi immergervi una benda di 8-10 cm da applicare sulla zona della lesione.

Eventualmente fare la doccia con una applicazioone di ghiaccio altrimenti la zona lesa si riscalda troppo.

COMPRESSIONE

Ad ogni lesione, i piccoli vasi sanguigni si danneggiano, provocando un ematoma. La pressione esterna può ridurre il gonfiore e alleviare il dolore. Quindi indossare una benda elastica con una leggera tensione nella fase acuta, combinando la benda di pressione con l'impacco di ghiaccio, successivamente con un pomate o unguenti (ad esemppio ossido di zinco) su una compressa di garza sterile.

ELEVAZIONE

Elevare le braccia o le gambe infortunate ridurrà anche l'ematoma, l'edema e il gonfiore. Posizionare le parti del corpo interessate al di sopra del livello del cuore favorisce il riassorbimento dei liquidi fuoriusciti  attraverso il sistema linfatico.

CONCLUSIONE

L'auto-aiuto rapido è positivo, ma ha i suoi limiti. Se il dolore è grave e/o persistente, se il gonfiore è grave o se l'emorragia è difficile da fermare, consultare immediatamente un medico.

Alcune lesioni richiedono misure diverse.

Contusioni, crampi e lesioni

Quando c'è un piccolo dolore, la valutazione preliminare spesso non è facile. Di seguito un elenco di quali sono le cause e i sintomi dei tipici infortuni sportivi e cosa funziona meglio in un caso specifico. Ma ovviamente ciò non sostituisce una valutazione di un medico!

 

Contusione muscolare

Crampi muscolari

Stiramento o Lesione muscolare

Cause

Influenza principalmente esterna come calcio o impatto

Disturbo del metabolismo muscolare dovuto a affaticamento o sforzo eccessivo, perdita di sali minerali o indumenti stretti (disturbo circolatorio). Possibilmente anche disturbi della colonna lombare e / o della statica del piede.

Movimento rapido di muscoli non sufficientemente riscaldati o già stanchi. La tensione muscolare è disturbata e le singole microfibre si strappano

Sintomi

Dolore piatto, inizialmente forte e sensazione di tensione. Tessuto muscolare compresso, vasi sanguigni danneggiati

Sensazione di tensione nella regione muscolare interessata con forte dolore fino all'incapacità di muoversi

Fase preliminare: fastidio ai muscoli (è meglio interrompere immediatamente l'attività!). Si trasforma in dolore da tensione e da crampi

Aiuto di emergenza

Di solito c'è il rischio di un ematoma, quindi applicare una benda di compressione ampia e rinfrescante e applicare un unguento curativo nella fase acuta. Lividi sulla gamba: Sollevare la gamba, in caso di grandi contusioni almeno 24 ore

Allungare immediatamente i muscoli. Raffreddare la parte con ghiaccio per una o due ore

Rilassare immediatamente il muscolo: applicare una fasciatura a compressione e di raffreddamento. Se i sintomi persistono o se si intensificano, potrebbe esserci uno lesione della fibra muscolare). Altrimenti, dopo aver rimosso la benda, allungare la zona senza dolore per 7-10 secondi, rilassare, allungare di nuovo (da 10 a 15 volte). Indossare la benda compressiva e eventualmente con l'unguento fino al giorno successivo

Particolarità

Se il dolore aumenta nonostante un bendaggio pressorio, pelle pallida o mancanza di polso: consultare un medico, forse un grande vaso sanguigno è stato danneggiato

Per il trattamento di follow-up: bagni ed esercizi in acqua calda e integrazione di sali minerali quali magnesio (anche preventivo)

Continuare nonostante uno stiramento, porta come conseguenza di lesionare una fibra muscolare!


Lesioni muscolari, fratture ossee e lesioni dei legamenti

 

 

Lesioni muscolari

Fratture ossee

Lesioni dei legamenti

Cause

Principalmente durante o dopo uno sforzo estremo, stanchezza eccessiva, iperacidità o riscaldamento insufficiente dei muscoli, elevata perdita di minerali a causa della sudorazione o lesioni che non sono guarite

Effetti per lo più violenti come cadute, urti o calci, meno spesso fratture da stress sotto carico costante

Di solito alla caviglia o al ginocchio da calcio, trauma contusivo diretto o distorsione

Sintomi

Dolore intenso e improvviso, trafittivo, come un ago o un coltello. Se sono presenti ematomi, si sospetta una lesione del muscolo.

Spesso evidente come un rumore tipo scricchiolio o crepitio. Di solito con forte dolore. La mobilità e la forza sono gravemente limitate, spesso si verificano nausea e sintomi di shock. Un forte sanguinamento e intorpidimento indicano una lesione a grandi vasi sanguigni o nervi.

Dolore acuto, violento, lancinante, di solito con rapido gonfiore. Il dolore acuto spesso si attenua rapidamente, anche se i legamenti sono completamente lesionati. Suggerimenti relativamente sicuri: andatura instabile o instabilità dell'articolazione Eccezione: muscoli ben allenati possono assumere la funzione dei legamenti e mascherare la lesione.

Aiuto di emergenza

Se è presente una fibra muscolare lesionata, è necessario riposare il muscolo infortunato in una posizione rilassata. Applicare la benda a compressione e crioterapia il più rapidamente possibile. Consultare un medico

Rilassare la regione interessata e posizionare la persona ferita nel modo più indolore possibile. Per sostenere: coperte o giacche. Se il ferito è incosciente, metterlo in una posizione laterale e stabile. Se ha un problema di circolazione, alzare le gambe. Coprire le fratture aperte senza stringere con compresse di garza sterile. Recarsi al pronto soccorso con un'ambulanza preferibilmente

Elevare gli arti colpiti. Iniziare la crioterapia e la compressione il prima possibile e continuare fino alla visita del medico.

Particolarità

Non assumere farmaci antidolorifici, altrimenti il muscolo non sarà lasciato a riposo a sufficienza. Non applicare calore!

In caso di gravi lesioni alla schiena, non spostare la persona interessata, chiamare il servizio di emergenza. In caso di fratture alle estremità, utilizzare una stecca (ad esempio un bastoncino da sci) per immobilizzare. Niente bende o tutori.

Lascia la benda di compressione durante la doccia.


Borsa di emergenza di pronto soccorso sportivo: Suggerimenti sull'attrezzatura

In caso di emergenze potenzialmente letali e lesioni sportive con pericolose complicazioni, è necessaria l'assistenza immediata del paziente in loco. Il trasporto in una sala di pronto soccorso significherebbe una perdita di tempo fino a quando potrebbero essere prese misure di salvataggio immediate o potrebbe anche essere impossibile in caso di gravi lesioni al sistema muscolo-scheletrico. Queste considerazioni portano al fatto che un gran numero di società sportive preferisce il concetto mobile di una borsa per emergenza all'ambulatorio medico locale. Una borsa per le emergenze può essere lasciata a bordo campo e, se necessario, portata a tornei e attività all'aperto. Oltre al tipo di sport da seguire, il contenuto della borsa per le emergenze dipenderà anche dal livello di formazione dell'addetto al Basic Life Support e dalle risorse finanziarie a disposizione.

Il seguente elenco dei possibili elementi di equipaggiamento fornisce anche l'orientamento (nessuna pretesa di completezza) e sono stabiliti da alcune normative standard:

  • Borsa resistente alle intemperie 
  • Coperte termiche / lamine termiche
  • Medicazioni sterili per ferite (10x10 cm)
  • Benda sulla testa (garza tubolare autoadesiva)
  • Pacchetti per medicazione
  • Fasce di garza leggera per la cura delle ferite
  • Fasce elastiche (8 cm di larghezza, 10 cm di larghezza) per compressione
  • Tape
  • Cerotto spray
  • Ghiaccio Spray
  • Cerotti (medicazione per ferite)
  • Ghiaccio istantaneo usa e getta
  • Soluzione detergente antisettica per ferite
  • Glucosio
  • Stecche per l'immobilizzazione
  • Fasciature triangolari (per immobilizzare l'estremità superiore)
  • Lacci emostatici e legature
  • Dispositivo DAE (defibrillatore automatico esterno)
  • Maschera di ventilazione
  • Ventilatore di primo soccorso
  • "Tasca per cellulare" sulla tracolla per un telefono cellulare carico
  • Carta e penna a sfera, se necessario una penna resistente all'acqua
  • Protocolli di emergenza, numeri telefonici di emergenza, memo card con procedura di rianimazione (standard ERC)

Le seguenti cose se eventualmente hanno posto in una borsa di emergenza per i primi soccorritori:

  • Antidolorifici e farmaci da prescrizione
  • Bevande alcoliche, bevande stimolanti
  • Bisturi e strumenti di sutura
  • Siringhe e cannule