Gli elettromedicali usati per la fisioterapia: i risultati della pressoterapia

I risultati della pressoterapia

La pressoterapia è molto conosciuta per il suo utilizzo in ambito estetico, ma le sue funzionalità rendono a tutti gli effetti i macchinari per la pressoterapia degli elettromedicali usati per la fisioterapia. Vediamo in che modo può essere utilizzata da uno sportivo, scoprendo come funziona, a cosa serve e quali sono i suoi risultati!

Cos'è la pressoterapia

Ad alcuni questo nome non dirà niente, altri lo assoceranno all'estetica, ma la verità è che i macchinari per la pressoterapia sono a tutti gli effetti degli elettromedicali usati per la fisioterapia. Non stiamo parlando, infatti, di perdita di peso e lotta alla cellulite: questa tecnica presenta numerosi vantaggi per gli atleti! Scopriamo quindi di cosa si tratta.
La pressoterapia è un trattamento basato sull'esercizio di una certa pressione sugli arti periferici del paziente. Le aree trattabili sono normalmente gli arti e la zona addominale: tramite degli applicatori, che vengono indossati sotto forma di gambali, bracciali o fascia addominale e gonfiati in maniera sequenziale, viene applicata una pressione specifica. La compressione è generalmente intermittente e parte dalle estremità coinvolte per poi raggiungere progressivamente l'intera zona desiderata, gonfiandosi e sgonfiandosi ciclicamente.
Abbiamo chiarito fin dall'inizio che il macchinario per la pressoterapia è considerato un elettromedicale usato per la fisioterapia ed è utile agli atleti grazie a risultati comprovati nella fisiologia dello sport. Scopriamo ora come e perché questo è possibile!

la pressoterapia per il recupero sportivo

A cosa serve la pressoterapia

Chiarito almeno in termini generali come funziona la pressoterapia, resta da vedere quali siano le sue applicazioni in ambito sportivo.
L'apparecchiatura elettromedicale usata per questa terapia costituisce un sistema per il recupero fisico: utilizzata durante il riposo passivo dell'atleta, simula infatti una sessione di recupero attivo. Uno dei vantaggi della pressoterapia è la possibilità di applicarla anche al di fuori delle strutture riabilitative, garantendo così massima flessibilità al fisioterapista e al paziente. La pressoterapia agisce quindi simulando un massaggio manuale, promuovendo il deflusso dei liquidi, rilassando la muscolatura contratta e contribuendo a velocizzare lo smaltimento dell’acido lattico a seguito di intensa attività fisica. Ogni atleta sa bene quanto possano rivelarsi preziose queste caratteristiche in periodi di allenamenti impegnativi e performance importanti.
A questo si aggiungono almeno altri due possibili utilizzi:

  • Trattare edemi e linfedemi;
  • Recupero post-operatorio.

Come qualsiasi azione di linfodrenaggio manuale, infatti, la pressoterapia agisce sul liquido che si deposita negli spazi interstiziali dei tessuti, velocizzando l’eliminazione dell’edema. Inoltre la pressione dell’aria, che viene ovviamente impostata in base al programma che si sceglie di far seguire al paziente, esercita un massaggio intenso sulla muscolatura senza però rischiare di creare infiammazione.
Deve comunque essere sottolineato che la pressoterapia non è però un trattamento privo di rischi: è infatti necessario, prima di iniziarne l'applicazione su un nuovo soggetto, che un esperto raccolga le informazioni necessarie sullo stato di salute dello stesso. Sono fondamentali infatti la scelta del numero di sedute, la frequenza, la selezione del programma da attivare e l'attenzione di un professionista che conosca bene le controindicazioni e il funzionamento del macchinario. Una volta accertato che il paziente è idoneo al trattamento, si potranno stabilire in base al caso specifico il numero e la frequenza delle sedute.

I risultati della pressoterapia

Fatti tutti i doverosi chiarimenti, vediamo finalmente quali possono essere i benefici e i risultati della pressoterapia correttamente applicata su uno sportivo.
L'utilizzo di questo prodotto elettromedicale a scopo fisioterapico ha questi specifici obiettivi:

  • Accelerare i tempi di recupero, contribuendo ad eliminare le scorie metaboliche dai muscoli e ripristinando rapidamente il rilascio dei nutrienti nei muscoli;
  • Migliorare le performance sportive;
  • Ridurre il rischio di infortuni;
  • Aiutare a combattere i crampi muscolari;
  • Riposare il fisico dopo un intenso allenamento.

Infatti l’inibizione dell’infiammazione, grazie alla riduzione dell’attività delle citochine nelle cellule muscolari e alla stimolazione della rigenerazione cellulare, è un vantaggio riconosciuto ai massaggi post-attività fisica: ciò è stato scoperto dai ricercatori canadesi della McMaster University che hanno condotto uno studio, pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine, su 11 volontari che si erano sottoposti ad un allenamento intenso con cyclette. Ai giovani sono state eseguite delle biopsie ad entrambe le gambe (precisamente nei quadricipiti) in tre momenti: prima dell’allenamento, dopo 10 minuti dall'applicazione del massaggio, e dopo aver riposato per circa 2,5 ore.
Risulta quindi chiaro che la pressoterapia non configuri un trattamento relativo unicamente a fini estetici, ma possa rivelarsi preziosa per atleti e sportivi!