Spedizione gratuita per ordini superiori a 50,00 €

Terapia a onde d'urto: le applicazioni

terapia onde d

La terapia con onde d'urto extracorporee (ESWT) è una tecnica elaborata negli anni '70 per il trattamento delle calcolosi in Urologia (litotrissia). Negli anni '90 in Germania la terapia a onde d'urto è stata introdotta in ambito ortopedico e fisioterapico e, grazie al miglioramento della tecnologia, sono sempre più numerose le patologie dell'apparato locomotore che possono trarne un beneficio.

Cosa sono le onde d'urto?

Le onde d'urto sono onde sonore udibili con un'energia molto elevata, generate nel dispositivo specifico e trasmesse al corpo con un cuscino d'acqua, focalizzate con precisione sul target da trattare. Questa terapia non solo riduce le calcificazioni, ma viene anche utilizzata per le lesioni dei tendini e delle fratture ossee che tardano a guarire.

La terapia extracorporea ad onde d'urto (ESWT) offre un'opzione conservativa per il trattamento di varie malattie ortopediche. Le onde d'urto sono onde ad alta energia che possono penetrare nell'acqua e nei tessuti molli. Se un'onda d'urto colpisce un solido come i depositi di calcio in un tendine, scarica la sua energia. In questo modo, diversi tipi di infezioni del tendine come la tendinite d'Achille (achillodinia), il gomito del tennista e il braccio del golfista possono essere trattati con successo senza intervento chirurgico. Il metodo dell'onda d'urto viene utilizzato con successo anche in caso di fratture ossee scarsamente rimarginabili, di uno sperone calcaneare con tendinite plantare o di una spalla calcarea (tendinosi calcarea).

Come funziona la terapia con onde d'urto extracorporee (ESWT)?

Le onde d'urto sono onde meccanico-acustiche corte e ad alta energia che possono penetrare nell'acqua o nei tessuti contenenti acqua senza essere indebolite. Anche i tessuti elastici del corpo, compresi i muscoli e il tessuto adiposo, trasmettono le onde d'urto. Solo quando l'onda d'urto colpisce i componenti dei tessuti solidi, come calcoli renali, calcoli biliari o depositi di calcio nei tendini, l'energia in essa contenuta si scarica. Provoca la rottura meccanica dei corpi estranei.

Le onde d'urto sono generate al di fuori del corpo umano con un dispositivo. Vengono trasferiti nel corpo attraverso un cuscino riempito d'acqua. Il terapeuta concentra l'energia delle onde trasmesse in un luogo d'azione, simile alla luce in una lente d'ingrandimento. È così che le onde d'urto sviluppano il loro effetto proprio nell'area malata. L'onda d'urto non dovrebbe raggiungere selettivamente altri tessuti. Questo focus può essere calcolato con precisione. Allinei l'effetto dell'onda d'urto esattamente alla zona desiderata per evitare effetti collaterali.

Effetti della terapia con onde d'urto

L'efficacia della terapia con onde d'urto è stata ora dimostrata in molti studi scientifici. Studi di medicina molecolare hanno dimostrato che le onde d'urto nel tessuto osseo promuovono la formazione di fattori di crescita ossea. Questi ormoni agiscono come un segnale nel tessuto per causare la formazione di nuove cellule ossee.

Benefici per il corpo:

·         Promuove la crescita ossea

·         Promozione della circolazione sanguigna (vascolarizzazione)

·         Formazione di fattori di crescita

·         Formazione e rigenerazione dei tessuti

·         Promuovere la guarigione delle ferite

·         Sollievo dalle sindromi dolorose

·         Accorciare i tempi di riabilitazione

Terapia con onde d'urto: campi di applicazione

La terapia ad onde d'urto extracorporee (ESWT) può essere utilizzata principalmente per le patologie del sistema muscolo-scheletrico, e principalmente per calcificazioni, i dolori tendinei e le fratture ossee in ritardo di consolidazione.

Le onde d'urto vengono utilizzate con diversi livelli di energia. La terapia a onde d'urto a bassa energia viene utilizzata principalmente nella terapia del dolore, ad es. con malattie superficiali dell'inserzione tendinea (gomito del tennista, achillodinia) e dello sperone calcaneare. L'uso ripetuto aumenta l'effetto della terapia con onde d'urto, se necessario.

Le onde di media energia penetrano più in profondità nel corpo e alleviano principalmente il disagio della spalla (tendinosi con calcificazioni tendinee). A causa del dolore che si verifica durante il trattamento con onde d'urto, l'anestesia locale è solitamente essenziale.

Le onde d'urto ad alta energia sono utilizzate principalmente nella pseudoartrosi (guarigione errata del tessuto connettivo nelle ossa), poiché qui sono richieste forze maggiori.

Quando viene utilizzata la terapia con onde d'urto?

La terapia ad onde d'urto può essere utilizzata in molti modi in medicina. È sempre utile quando il medico vuole trattare i tessuti nelle profondità del corpo senza intervento chirurgico. L'ortopedia, in particolare, ha sviluppato e testato un gran numero di aree di applicazione per i trattamenti con onde d'urto.

La terapia ad onde d'urto non solo può frantumare le calcificazioni, ma può anche trattare le tendiniti o rigenerare le ossa rotte che non guariscono bene. Il trattamento in genere accelera il processo di guarigione dei tessuti perché favorisce la formazione delle sostanze messaggere proprie dell'organismo.

Aree di applicazione:

·         Calcificazioni

·         Impingement della spalla

·         Malattie dell'attaccamento tendineo, ad es. gomito del tennista, gomito del golfista, achillodinia

·         sperone calcaneare superiore e inferiore

·         Tendinite plantare (fascite plantare)

·         Dolore al tallone

·         ritardi di consolidazione ossea o pseudoartrosi

·         Rene e calcoli biliari

·         Disturbi della guarigione delle ferite

Onde d'urto per la terapia della spalla con Tendinosi calcifica

La terapia ad onde d'urto è sempre più spesso utilizzata per la spalla con tendinosi calcifica. Vari studi hanno dimostrato l'efficacia della terapia con onde d'urto in questa malattia della spalla. Tuttavia, il trattamento non è adatto a tutte le forme della spalla con tendinosi calcifica. Se i trattamenti conservativi convenzionali sono inefficaci, la terapia con onde d'urto dovrebbe essere considerata come ultima risorsa prima dell'intervento chirurgico.

Onda d'urto per la terapia di speroni calcaneari o tendiniti plantari

Questo vale anche per le infiammazioni della pianta dei piedi (fascite plantare) con e senza sperone calcaneare. Sullo sperone calcaneare, la terapia con onde d'urto ha dimostrato di funzionare altrettanto bene del trattamento locale con cortisone. Le onde d'urto, tuttavia, fanno a meno degli effetti collaterali dannosi del cortisone. In particolare, l'onda d'urto non riduce il cuscinetto adiposo sul tallone, a differenza del cortisone.

Onda d'urto per la terapia del gomito del tennista (epicondilite) e del braccio del golfista

Nel gomito del tennista (epicondilopatia omeroradiale), numerosi studi mostrano il buon effetto della terapia con onde d'urto. L'onda d'urto è consigliata anche nell'area di quasi tutte le patologie inserzionali tendinee, borsiti al gomito (borsite) e altre possibili fonti di infiammazione.

Onde d'urto per la terapia della tendinite achillea (achillodinia)

La terapia ad onde d'urto viene utilizzata con successo anche per l'infiammazione del tendine di Achille (achillodinia), del ginocchio (tendinite rotulea o ginocchio del saltatore) e della borsite calcificata.

Onda d'urto per il trattamento delle fratture ossee con scarsa guarigione (pseudartrosi)

La terapia ad onde d'urto funziona in modo molto affidabile nel trattamento della pseudoartrosi che è la guarigione errata delle fratture ossee. Invece del nuovo osso, si forma solo tessuto connettivo molle. Le onde d'urto ad alta energia innescano la formazione di nuovo tessuto germinale osseo. Gli studi hanno anche dimostrato che l'onda d'urto stimola la formazione di ormoni della crescita (BGF) nel sito di azione. Il germe osseo risultante (callo) stabilizza la frattura ossea e consente la formazione di nuovo tessuto osseo. L'Accademia delle scienze in Austria e in Germania ha ora dichiarato che la terapia con onde d'urto è la prima scelta di trattamento per le pseudoartrosi.

Onda d'urto (ESWT) come alternativa delicata a molte operazioni

Da poco più di dieci anni è disponibile una nuova forma di terapia, la terapia ad onde d'urto, che in molti casi promette un trattamento delicato di infiammazioni, calcificazioni o lesioni. Inoltre, la terapia con onde d'urto non ha praticamente effetti collaterali e rende superflue molte operazioni.

È in corso un'intensa ricerca sul meccanismo d'azione della terapia con onde d'urto. L'efficacia clinica dell'onda d'urto è stata chiaramente dimostrata in molti studi. Cambia l'ambiente del tessuto trattato e può favorire la rigenerazione attraverso il rilascio di sostanze messaggere che promuovono la guarigione e fattori di formazione delle ossa.

La terapia ad onde d'urto è stata originariamente introdotta per rimuovere i calcoli renali e i calcoli biliari senza intervento chirurgico. Quella che era un'operazione inevitabile, ora può essere trattata delicatamente in molti casi con la terapia extracorporea ad onde d'urto (ESWT).

Procedura: cosa succede con la terapia con onde d'urto?

La terapia con onde d'urto viene eseguita in regime ambulatoriale. Dopo che il paziente è stato posizionato in una posizione stabile, se necessario viene applicata l'anestesia locale. Il terapista dirige quindi la messa a fuoco del dispositivo ad onde d'urto sull'area da trattare. Le onde d'urto vengono quindi trasmesse nel corpo attraverso la testa del dispositivo a una frequenza di 2-4 Hertz con energia crescente. Il paziente avverte un dolore tollerabile, anche in anestesia locale. Il medico curante presta attenzione al livello di dolore durante l'intero trattamento con onde d'urto. Se il dolore diventa troppo forte per il paziente, il medico riduce l'energia delle onde o interrompe il trattamento.

La testa del dispositivo ad onde d'urto contiene acqua, che trasmette le onde d'urto attraverso la pelle e all'interno del corpo. Un singolo trattamento con un dispositivo ad onde d'urto richiede da 5 a 15 minuti, a seconda dell'applicazione. Di norma, il trattamento consiste da 1 a un massimo di 3 sessioni a intervalli di 2-4 settimane. Vengono somministrate tra 1.000 e 2.000 onde d'urto per sessione. Un'eccezione è la pseudoartrosi, il cui trattamento può essere molto diverso a seconda dei casi.

L'ESWT viene effettuato con noi in regime ambulatoriale e senza anestesia o con anestesia. Di norma, tre sessioni si tengono ad almeno una settimana di distanza. Ogni sessione dura pochi minuti.

Controindicazioni

Le controindicazioni alla terapia con onde d'urto sono:

·         presenza di pacemaker;

·         vicinanza di strutture sensibili agli ultrasuoni come l'encefalo, il midollo spinale;

·         le gonadi e le cartilagini di accrescimento;

·         stati fisici potenzialmente rischiosi come gravidanza, infezioni, neoplasia, coagulopatie, tromboflebiti, ecc.;

·         assunzione di terapia corticosteroidea o anticoagulante.

Gli effetti collaterali sono infrequenti e dipendono anche dalla densità di energia impiegata; infatti, soprattutto ai livelli medi e alti di energia, si possono osservare piccoli ematomi, petecchie, esacerbazione del dolore e analgesia in sede di erogazione, fenomeni, comunque, tutti sempre reversibili.