Spedizione gratuita per ordini superiori a 50,00 €

Osteocondrite vertebrale: il morbo di Scheuermann

osteocondrite vertebrale

Osteocondrite

L'osteocondrite, o osteocondrosi, definisce un gruppo di malattie ortopediche dell'articolazione che si verificano idiopaticamente nell'età evolutiva e, nella sua forma “adulta” al termine dell'adolescenza, dopo la chiusura delle epifisi.

L'osteocondrosi o osteocondrite è un disturbo dell'ossificazione condrale, la conversione della cartilagine in osso come parte del normale processo di crescita. Può quindi verificarsi fondamentalmente in due posizioni: nell'articolazione e nelle cartilagini di accrescimento. Le parti del corpo tipicamente coinvolte sono ad esempio il ginocchio o la caviglia.

Sono caratterizzate dall'interruzione dell'afflusso di sangue a un osso a livello della cartilagine di accrescimento, in particolare all'epifisi, seguita da necrosi ossea localizzata, e successivamente, ricrescita ossea. Questo disturbo è definito come un disturbo focale dell'ossificazione endocondrale ed è considerato avere una causa multifattoriale.

L'osteocondrosi si divide in:

  1. forma giovanile
  2. forma adulta.

E a seconda della localizzazione in:

  1. epifisarie, che interessano l'epifisi,
  2. apofisarie, che interessano un'apofisi, la salienza ossea punto di inserzione di un tendine.

In entrambi i casi, la cartilagine non viene convertita in osso abbastanza rapidamente e consente la formazione di uno strato di cartilagine abnormalmente spesso. Poiché la cartilagine non ha i suoi vasi sanguigni, ma si nutre per diffusione, gli strati più profondi della cartilagine sono sempre più scarsamente nutriti e degenerano. Nel caso di osteocondrosi residente nell'articolazione, un pezzo di cartilagine può allentarsi e nuotare liberamente nell'articolazione ("topo articolare"): questo viene quindi indicato come osteocondrite (o osteocondrosi) dissecante, o OCD in breve.

Osteocondrosi vertebrale: morbo di Scheuermann

La malattia di Scheuermann è una malattia caratterizzata da una curvatura anomala della colonna vertebrale e compare per la prima volta nell'adolescenza. Di norma, la malattia inizialmente non è accompagnata da dolore, ma possono esserci effetti a lungo termine che possono causare mal di schiena e altri disturbi. Come si sviluppa la malattia di Scheuermann e quali esercizi sono adatti per il trattamento?

La malattia di Scheuermann, nota anche come cifosi giovanile, è una malattia della colonna vertebrale che colpisce in particolare gli adolescenti di età compresa tra i dieci ei tredici anni ed è molto comune: colpisce fino al 30% degli adolescenti.

Se la normale curvatura della colonna vertebrale (cifosi) è molto pronunciata, si parla di ipercifosi. Diverse parti della colonna vertebrale possono essere colpite. L'ipercifosi nella parte superiore della colonna vertebrale (colonna vertebrale toracica) è anche nota come schiena curva.

Cause dell'osteocondrite vertebrale

Le cause della malattia di Scheuermann non sono state chiarite.

  1. Predisposizione ereditaria;
  2. disturbi della crescita;
  3. fattori endogeni posturali;
  4. disturbi del metabolismo;

Oltre a una predisposizione ereditaria, vengono discussi anche i disturbi della crescita come possibile fattore scatenante, poiché la malattia si sviluppa principalmente durante la crescita.

Fattori endogeni, cioè propri del corpo come la postura, hanno un'influenza significativa. Si parla di postura costituzionale che è significativamente coinvolta nello sviluppo della malattia di Scheuermann.

In molti casi, la postura dei bambini è caratterizzata da spalle cadenti e dai muscoli pettorali accorciati; postura che favorisce lo sviluppo di una maggiore cifosi toracica. A causa di questa postura scorretta, c'è un carico maggiore sulla superficie cartilaginea superiore e inferiore dei corpi vertebrali. Se a questo carico di pressione si aggiunge una predisposizione genetica, la conseguenza è una crescita scorretta a forma di cuneo dei corpi vertebrali con aumento della curvatura spinale.

Inoltre, disturbi nel metabolismo del collagene possono portare a una ridotta capacità di carico dei corpi vertebrali. I giovani in particolare con un elevato stress meccanico (ad es. Atleti competitivi) sono inclini a sviluppare la malattia di Scheuermann.

La conseguenza della malattia di Scheuermann è, oltre allo sviluppo di corpi vertebrali a cuneo che si assottigliano verso la parte anteriore, l'invasione di materiale discale nei corpi vertebrali. Questi crolli sono caratteristici della malattia di Scheuermann, persistono per tutta la vita e sono noti come “noduli di Schmorl”.

I sintomi della malattia di Scheuermann

Spesso, anche ad occhio nudo, senza immagini speciali, si può vedere un aumento della cifosi della colonna vertebrale sotto forma di una schiena arrotondata nella parte toracica, che è la più frequentemente colpita.

Nonostante la grave cifosi, le persone colpite spesso non hanno dolore. Al contrario, circa un quinto di tutte le persone colpite lamenta già in adolescenza il mal di schiena. I genitori dovrebbero sempre vederlo come un segnale di avvertimento e chiarire la causa, anche se i sintomi sono solo lievi, poiché la malattia di Scheuermann spesso rimane inosservata per molto tempo a causa del suo graduale sviluppo.

Una aumentata cifosi dorsale può anche essere il primo segnale di avvertimento e non dovrebbe mai essere ignorata nei bambini e negli adolescenti, ma piuttosto esaminata il prima possibile, anche se la curvatura inizialmente non provoca alcun disagio. Questo perché le possibilità in terapia e riabilitazione diminuiscono non appena la crescita finisce alla fine della pubertà.

Tuttavia, il mal di schiena di solito si sviluppa solo nel corso successivo della malattia di Scheuermann a causa di danni consequenziali. I sintomi tardivi, che comprendono principalmente disturbi muscolari, legamentosi e articolari dovuti al sovraccarico, nonché la degenerazione del disco intervertebrale con ernia del disco, iniziano, a seconda della gravità, intorno ai 30 anni. Questi disturbi si verificano in particolare nelle parti della colonna vertebrale non colpite, in quanto presentano iperlordosi, cioè un'aumentata curvatura della colonna vertebrale in avanti, per compensare l'eccessiva curvatura all'indietro.

In alcuni casi, il dolore si irradia agli arti e quindi provoca ulteriore dolore, ad esempio a causa della tensione nella zona cervicale e delle spalle. Le persone colpite provano spesso dolore con determinati movimenti, molto spesso quando cercano di ruotare la parte superiore del corpo. La pressione su alcuni tratti nervosi può anche causare sintomi neurologici come sensazioni anormali.

Se la colonna vertebrale è gravemente deformata negli stadi avanzati della malattia, aumentano i disturbi funzionali dell'apparato muscolo-scheletrico: ciò si traduce spesso in una cattiva postura che può causare difficoltà respiratorie.

Se la colonna lombare (colonna lombare) è interessata, i sintomi sotto forma di dolore si verificano spesso anche all'inizio della malattia. La parte lombare della schiena appare quindi più piatta del solito perché viene eliminata la normale lordosi, cioè la sana curvatura in avanti. Il fenomeno è noto come “dorso piatto”.

Come viene diagnosticata la malattia di Scheuermann?

La maggior parte dei pazienti vengono diagnosticati per una cattiva postura con la cifosi dorsale aumentata, anche se nella maggior parte dei casi ancora il dolore non è presente.

L'entità della postura scorretta è determinata mediante una radiografia laterale secondo Cobb, una forma speciale di determinazione dell'angolo. Qualsiasi scoliosi di accompagnamento (curvatura della colonna vertebrale a destra o a sinistra) può essere risolta con l'aiuto di una convenzionale rx anteroposteriore.

Nella fase iniziale della malattia, anche l'immagine radiografica può essere normale e rendere più difficile la diagnosi. La risonanza magnetica (MRI) può aiutare qui, poiché i cambiamenti nei corpi vertebrali sono già visibili.

Terapia: cosa fare con la malattia di Scheuermann?

Al fine di prevenire gravi danni conseguenti alla malattia di Scheuermann, è particolarmente consigliabile migliorare la postura durante la terapia riabilitativa. In particolare sono possibili:

  • Fisioterapia strumentale (diatermia, ultrasuoni e laserterapia),
  • riabilitazione,
    • massoterapia,
    • terapia manuale,
  • tutore, taping o kinesiotaping,
  • rieducazione posturale,
  • esercizi attivi e di stabilizzazione: rafforzamento mirato dei muscoli addominali e della schiena,
    • esercizi propriocettivi
  • Domotica (ad esempio stare seduti in posizione eretta con l'aiuto di mobili adatti).

Nel complesso, il bambino dovrebbe essere incoraggiato a praticare sport e ad avere una vita quotidiana attiva. Allo stesso tempo, dovrebbero essere evitati carichi estremi come negli sport agonistici.

Esercizi contro la malattia di Scheuermann

Questi esempi di esercizi possono aiutare con la malattia di Scheuermann:

  1. Trattamento delle aree interessate con il blackroll: blackroll che viene posizionato sul pavimento e il paziente si sdraia sul rotolo con la parte superiore della schiena, le gambe piegate sul pavimento. Ora il paziente rotola lentamente e con attenzione sul rullo verso l'alto (non fino al collo) e verso il basso (fino a poco sotto le costole).
  2. Allungare i muscoli del torace e della schiena: la persona interessata sta con il viso rivolto all'angolo di una stanza, i piedi leggermente spostati uno di fronte all'altro. Ora le mani sono posizionate piatte contro la parete destra e sinistra sopra la testa, le punte delle dita rivolte verso l'alto. I gomiti sono leggermente piegati e la parte superiore delle braccia dovrebbe essere approssimativamente parallela al pavimento. Ora il torace viene spinto in avanti fino a sentire una trazione nei muscoli del torace. La tensione si mantiene per 6-8 secondi.

Gli esercizi dovrebbero essere eseguiti ogni giorno o ogni due giorni per pochi minuti. La fisioterapia è assolutamente utile per conoscere esercizi adatti individualmente.

Ulteriori misure per trattare la malattia di Scheuermann

Esistono anche approcci psicologici per migliorare la postura dei bambini. Una maggiore fiducia in se stessi può aiutare a migliorare la postura e prevenire la malattia.

La terapia farmacologica svolge un ruolo subordinato nella malattia di Scheuermann. I comuni antidolorifici possono essere usati per il dolore. Se gli spasmi muscolari causano problemi, possono essere utilizzati miorilassanti.

Come trattare le forme gravi della malattia di Scheuermann?

In caso di curvatura grave, vengono utilizzate misure correttive durante la fase di crescita. La gravità della cifosi è determinata con l'aiuto della radiografia. A tale scopo viene misurato il cosiddetto angolo di Cobb: è una misura della forza della curvatura ed è espressa in gradi e da un angolo di 50 ° si parla di grave cifosi.

Una deformità così massiccia viene trattata con un corsetto. Questo per prevenire la progressione della malattia e, nel migliore dei casi, si ottiene la "de-cifosi" e il raddrizzamento della colonna vertebrale. Il corsetto va indossato per molte ore al giorno il primo anno, poi solo di notte.

Il trattamento chirurgico è raramente necessario per la malattia di Scheuermann. Solo forme molto gravi di curvatura (angolo di Cobb maggiore di 70°) o grave cifosi nella colonna lombare richiedono un trattamento chirurgico.

La terapia chirurgica è più facile se eseguita precocemente perché la colonna vertebrale ha ancora riserve di crescita. I corpi vertebrali vengono fissati chirurgicamente da dietro in modo che i corpi vertebrali anteriori abbiano più spazio per crescere. Il risultato è che le vertebre a cuneo sono bilanciate dalla crescita ventrale e la cifosi è ridotta.

La terapia chirurgica è più difficile quando la colonna vertebrale è già completamente cresciuta. In questo caso, i dischi intervertebrali devono essere prima rimossi e i corpi vertebrali fissati in una seconda procedura da dietro. Gli spazi del disco intervertebrale vengono quindi riempiti con materiale osseo.

Il successo della terapia è complessivamente buono e gli effetti gravi a lungo termine possono essere ridotti anche negli adulti, con i quali si ottengono ottimi risultati anche per quanto riguarda la percezione di sé e la qualità della vita (Toombs C. et al.).

Come prevenire la malattia di Scheuermann?

I fattori genetici e i disordini metabolici non possono essere influenzati. Tuttavia, una postura scorretta può anche essere responsabile dello sviluppo della malattia della colonna vertebrale, e corregerla è la misura più importante per prevenire la malattia di Scheuermann. Se una cattiva postura è visibile in un bambino, si possono trovare misure adeguate per contrastarla nella sezione sulla terapia.

I bambini dovrebbero essere abituati a una buona postura in tenera età. L'esercizio fisico regolare, la posizione eretta e il rafforzamento dei muscoli addominali, della schiena, del torace e delle spalle, nonché un peso corporeo normale, possono avere un effetto benefico e aiutare a prevenire lo sviluppo della malattia di Scheuermann.